Assemblea dei Sindaci

L’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito territoriale

Ai sensi dell’art. 20 L.R. 33/2009, come modificato dall’art. 7 bis della L. R. 23/2015, la conferenza dei sindaci è composta dai sindaci, o loro delegati, dei comuni compresi nel territorio delle ATS e si articola, come previsto dall’articolo 7 bis, in:

  • L’assemblea dei sindaci del distretto

  • L’assemblea dei sindaci dell’ambito distrettuale (territoriale).

L’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Distrettuale/Territoriale di Bergamo è composta dai Sindaci dei Comuni di Bergamo, Gorle, Orio al Serio, Ponteranica, Sorisole e Torre Boldone.

Il funzionamento della conferenza, delle assemblee dei sindaci e del consiglio di rappresentanza dei sindaci è disciplinato con Deliberazione della Giunta regionale n. 5507 /2016 con cui vengono date indicazioni circa l’articolazione e il funzionamento dei nuovi organismi di governance per la programmazione sociosanitaria, a seguito della legge di riforma n.23/2015 e della ri-articolazione territoriale in ATS e nuovi distretti.

Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Distrettuale

Ai sensi dell’art. 18, comma, 11 bis, della L.3/2008 l’Ambito territoriale di riferimento per il Piano di zona costituisce, di norma, la dimensione territoriale ottimale per lo svolgimento in forma associata da parte dei comuni delle funzioni in materia di servizi sociali. L’Assemblea opera al fine di garantire una programmazione coordinata a livello di Ambito distrettuale, gestita nell’ambito della nuova programmazione zonale all’interno dei Piani di zona, in integrazione con il sistema sanitario, come previsto dalla L.R. 23/2015, e socio-sanitario nonché con le politiche del lavoro, della formazione professionale, dell’istruzione, dell’educazione e della casa.

L’Assemblea di Sindaci dell’Ambito Distrettuale/Territoriale si coordina con l’Assemblea dei Sindaci di Distretto per l’adozione di misure atte a garantire il coordinamento e l’uniformità territoriale dei singoli Piani con la programmazione del Distretto, con particolare riferimento alla L.R. 23/20015.
L’ Assemblea può formulare pareri e proposte all’Assemblea dei Sindaci di Distretto riguardo alla definizione della programmazione dei servizi e fornisce ausilio alla stessa permettendo di declinare i servizi a seconda delle peculiarità territoriali, in modo tale da potenziare la capacità di produrre servizi flessibili parametrati sulle diverse esigenze territoriali.
Le Assemblee di Ambito tutelano la necessità di continuità operativa dei diversi comuni afferenti, facilitandone la visione di insieme e, in sinergia con il Dipartimento della Programmazione per l’integrazione delle prestazioni sociosanitarie con quelle sociali (Dipartimento PIPSS), operano con le assemblee di distretto al fine di potenziare l’integrazione tra le reti.
L’Assemblea dei Sindaci è allargata alla partecipazione dei rappresentanti designati dagli enti sottoscrittori dell’Accordo di programma, senza diritto di voto. L’Assemblea dei Sindaci svolge le proprie funzioni avvalendosi del supporto tecnico ed esecutivo dell’Ufficio di Piano.
Il Piano di Zona è attuato mediante la sottoscrizione di un accordo di programma con la ATS territorialmente competente (l.r. 3/2008). Gli organismi rappresentativi del terzo settore, che hanno partecipato alla elaborazione del Piano di Zona aderiscono, su loro richiesta, all’accordo di programma.